Pubblicato il
1/10/20

"CAMBIO ROTTA" MINORI E GIOVANI AUTORI DI REATI IN AIUTO DI CANI E GATTI SENZA FAMIGLIA

"Cambio rotta"

Il modello “Cambio rotta” propone azioni che beneficiano contemporaneamente umani e animali, secondo  l’impostazione propria della Fondazione CAVE CANEM: da un lato, infatti, offre a minori e giovani, autori di episodi di devianza giovanile e atteggiamenti antisociali, un progetto di responsabilizzazione in ottica riparativa, tramite l’insegnamento e la pratica delle corrette modalità di accudimento di cani e gatti e di recupero per animali che presentano problematiche comportamentali; dall’altro lato, grazie all’impegno presso una struttura rifugio, gli animali che vi sono custoditi in attesa di adozione potranno beneficiare delle cure e attenzioni ulteriori

Il modello “Cambio rotta”

Il modello “Cambio rotta” coniuga l’insegnamento al rispetto e al corretto accudimento degli animali senza famiglia con le più innovative misure di gestione della giustizia penale, ispirate al principio della “minima offensività del processo”. “Cambio Rotta” si rivolge a minori e giovani segnalati all’Autorità Giudiziaria e già in carico agli Uffici di Servizio Sociale per i Minorenni (USSM) o ai servizi sociali territoriali, oppure già condannati o che hanno avuto accesso all’istituto della messa alla prova. L’obiettivo del modello è, innanzitutto, la formazione di una nuova classe generazionale di volontari e di operatori di canile, in grado di infondere il loro impegno ed energia nel ravvivare le permanenze dei cani e contribuire al miglioramento della qualità del soggiorno nella struttura rifugio, in attesa dell’adozione. A tal fine, i partecipanti verranno seguiti da educatori cinofili professionisti, da operatori e volontari presso canili, che mostreranno loro come approcciarsi e gestire al meglio gli animali. Una volta apprese le basi, e continuando ad affinare la propria formazione in materia, proseguiranno nell’espletamento di lavori di pubblica utilità presso il canile, almeno fino al termine previsto dall’autorità giudiziaria: infatti, laddove mostrassero particolare attitudine e impegno, potranno anche essere inseriti nell’organico del canile. A tal fine, la Fondazione CAVE CANEM ONLUS ha previsto, nel budget del progetto, la possibilità di erogare borse lavoro per stage presso il canile. Tale percorso si ispira a un’ottica riparativa e, in particolare, punta all’inserimento in reti sociali e alla rielaborazione del reato. Prima dell’accesso a “Cambio rotta”, i giovani partecipanti vengono sottoposti a una prima valutazione attitudinale, grazie a psicologi di fiducia della Fondazione CAVE CANEM ONLUS, in accordo con l’USSM. Tale valutazione valuta il livello motivazionale, la capacità di rispondere ai bisogni, la stabilità emotiva e il profilo comunicativo dei candidati. Verranno effettuato valutazioni successive, al fine di analizzare lo stato di avanzamento dei percorsi dei ragazzi e dei risultati ottenuti al termine degli stessi.

Gli enti coinvolti nell’applicazione di “Cambio rotta” a Roma

La Fondazione CAVE CANEM ONLUS ha trovata ampia disponibilità per l’applicazione del modello “Cambio rotta” presso tutte le realtà necessarie al suo successo: il Tribunale dei minorenni di Roma, l’USSM del Lazio, il Dipartimento giustizia minorile di Lazio e Abruzzo e il canile rifugio Valle Grande di Roma. Sin dal primo contatto, la Presidente del Tribunale per i minorenni di Roma ha mostrato entusiasmo e una piena disponibilità a collaborare alla prima applicazione del modello proposto. Per definire e affinare l’applicazione del modello si è proceduto alla creazione di una vera e propria rete di progetto, che comprende, oltra al Tribunale per i minorenni, anche l’USSM del Lazio, il Dipartimento di giustizia minorile di Lazio e Abruzzo. In tale ambito, la Fondazione CAVE CANEM ha proposto il canile Valle Grande di Roma quale luogo di svolgimento dei lavori di pubblica utilità previsti per i giovani: presso Valle Grande, infatti, la Fondazione CAVE CANEM sta portando avanti, in sinergia con il gestore e con le associazioni di volontariato presenti, un progetto ideato e implementato al fine di aumentare l’efficacia e l’efficienza all’interno del canile, da un punto di vista tanto gestionale, quanto strutturale. Anche per questo, si tratta di un luogo ritenuto ideale per i minori e giovani partecipanti di “Cambio rotta”: presso Valle Grande, infatti, potranno cogliere numerose opportunità di cambiamento ed evoluzione, in particolare nello sviluppo di competenze empatiche e relazionali, prendendosi cura degli ultimi tra gli ultimi: gli animali senza famiglia.

Minori e giovani in cerca di riscatto